Contattaci

Google Suggestions: cos'è, come funziona e i vantaggi per la SEO

Google suggestions

Google Suggestions è la funzione di completamento automatico di Google che avrai visto centinaia di volte quando scrivi qualcosa nel campo di ricerca ma alla quale probabilmente non hai mai fatto troppo caso.

Argomenti

Google Suggestions: cos'è

Google suggestions cos'è

Forse per farti capire cos'è Google Suggestions facciamo prima con quest'immagine, anziché descrivertelo a parole. Hai presente quando inizi a scrivere qualcosa nel campo di ricerca di Google e subito sotto ti appare una tendina con dei suggerimenti che completano la parola che stai scrivendo? Quello è esattamente Google Suggestions.

È una funzione che esiste già da molti anni e puoi trovarla anche con il nome di Google Autocomplete.

A cosa serve Google Suggest?

Lo scopo del motore di ricerca Google è fornirti la risposta migliore a ciò che stai cercando, e di fornirtela nel minor tempo possibile.

Quindi una funzione per cui Google Suggest esiste è sicuramente quella di farti risparmiare tempo. Così, iniziando a scrivere nel campo di ricerca, ti basterà selezionare o toccare col dito la query che stavi cercando, anziché scriverla tutta.

Infatti, come indica Google in un post del suo blog, anziché suggerimenti correlati a ciò che stai cercando, lo scopo di Google Suggestions è fornirti una predizione, dal momento che capisce la ricerca che hai intenzione di fare e te la completa.

Come funziona Google Suggest?

Google Suggest ti fornisce suggerimenti live, in tempo reale, in base a ciò che stai cercando, ancor prima che tu abbia finito di scrivere ciò che vuoi cercare sul motore di ricerca.

Google suggestions è gratis, non è un servizio aggiuntivo a pagamento. È una funzione che Google ti fornisce di base.

La lista dei suggerimenti può variare sia in base alla tua cronologia di navigazione, sia in base ai fatti e ai trend attuali basati sugli avvenimenti o sulle ricerche del giorno.

Infatti, se oggi ad esempio gioca la tua squadra del cuore e inizi a digitarne il nome su Google, molto probabilmente la funzione di completamento ti suggerirà il nome della tua squadra insieme a quello dell'avversaria perché sa che la maggior parte delle ricerche effettuate oggi avranno l'intenzione di conoscere il risultato di quel match o magari l'orario di inizio della partita.

Come utilizzare Google Suggestions per la SEO

Dal momento che Google Suggestions ti fornisce spunti basati sulle parole chiave che stai digitando, ciò significa che quello che ti suggerisce è, molto probabilmente, cercato molte volte dagli utenti.

Quindi potresti sfruttare questa opportunità gratuita per capire cosa cercano gli utenti e incrociarla con i dati che hai ottenuto in fase di keyword research per la costruzione del tuo sito o per la redazione di pagine o articoli.

In questo modo puoi infatti capire cosa cercano gli utenti e fornirgli tu la risposta, creando un contenuto sul tuo sito.

Se vuoi creare un sito web che funziona, vuoi migliorare e far vendere o portare contatti su un sito che hai già, contatta il nostro consulente SEO; ti illustrerà le opportunità del tuo sito web.

Contenuti non presenti in Google Suggestions

Come si legge in questo articolo sul blog di Google relativo alla funzione Suggestions, o Autocomplete, alcuni contenuti non vengono menzionati nei suggerimenti. Quali sono?

Eccoli:

  • Predizioni sessualmente esplicite che non sono correlate ad argomenti di medicina, scientifici o di educazione sessuale
  • Predizioni che presentano odio verso gruppi o individui basate sulla razza, religione o su altri dati demografici
  • Predizioni basate sulla violenza
  • Predizioni dannose e pericolose

In aggiunta a queste norme, si legge che possono essere rimosse anche predizioni che vengono giudicate spam, con contenuti legati alla pirateria o altre su richiesta di azioni legali.

Igor Biagi - Consulente SEO - Designer della Comunicazione - Art Director
Articolo di Igor Biagi
SEO Manager, Designer della Comunicazione e Fotografo a Chef Studio

Qui a Chef Studio mi occupo di SEO, Art Direction, User Interface Design e Fotografia. Dal 2013 sono Fotografo Certificato Google Maps Street View. Nel tempo libero amo viaggiare e fare un sacco di altre cose che se le elenco non finiamo più. Sono curioso, molto. Mi piace documentarmi e imparare sempre cose nuove.

Leggi tutti gli articoli